In età adulta i benefici per la salute derivanti dall’attività fisica comprendono un minor rischio di contrarre malattie croniche quali malattie cardiovascolari, diabete, ipertensione arteriosa, alcune forme di tumore, osteoporosi. Le attuali raccomandazioni OMS sull’attività fisica per la salute della popolazione adulta consigliano di svolgere nel corso della settimana un minimo di 150 minuti di attività fisica aerobica d’intensità moderata oppure un minimo di 75 minuti di attività vigorosa più esercizi di rafforzamento dei maggiori gruppi muscolari 2 o più volte a settimana. L’attività fisica è in grado di prevenire e/o trattare numerosi stati patologici ed è associata a molteplici benefici per la salute fisica e mentale sia negli uomini che nelle donne. Chiunque e a qualsiasi età, deve affrontare l’attività fisica in maniera adeguata. è fondamentale assecondare la nostra condizione fisica di partenza e modificare poi, con gradualità. In soggetti portatori di cardiopatie occulte lo sport può costituire un rischio e smascherare una cardiopatia latente. Per chi pratica sport agonistici in Italia esiste una legge che impone una visita obbligatoria annuale di idoneità. Per quanto concerne l’apparato cardiovascolare, questo controllo consiste in una anamnesi, un esame obiettivo con il rilievo della pressione arteriosa, l’esecuzione di un ECG di base e dopo sforzo sottomassimale; qualora insorgano dei dubbi diagnostici, si impone l’impiego dell’ecocardiogramma e successivamente a esami di secondo livello. Vi sono però malattie che sfuggono all’identificazione allo screening: malattie coronariche, sia congenite che acquisite, che spesso risultano negative a questi esami; inoltre,  esistono molte malattie eredo-familiari, con portatori asintomatici o privi di segni agli esami strumentali, a rischio di manifestare la malattia per la prima volta sotto forma di arresto cardiaco e morte improvvisa.

L’utilizzo di dispositivi di monitoraggio “indossabili” durante l’attività fisica consente di avere una immagine istantanea della reazione dell’organismo allo sforzo applicato: questo permetterebbe una visione più realistica dell’intensità dell’esercizio e di slatentizzare maggiormente eventuali patologie cardiache sottostanti. 

Una valutazione multiparametrica durante gli allenamenti permetterebbe inoltre di quantificare lo stress cardiovascolare a cui l’organismo è sottoposto e quindi di creare degli allenamenti personalizzati più “adatti”, il che risulta fondamentale soprattutto per soggetti già portatori di cardiopatie nei quali stimolare l’attività fisica in sicurezza.

I NOSTRI PROGETTI

Progetto 1 

Popolazione: soggetti sani sportivi agonistici (professionisti e non).

Scopo: valutare lo stress a cui viene sottoposto il sistema cardiovascolare durante l’allenamento e calcolare il rischio cardiovascolare negli atleti.

Metodo: monitoraggio durante l’allenamento di diversi parametri: traccia elettrocardiografica, pressione arteriosa, saturazione di ossigeno.

Progetto 2. 

Popolazione: pazienti cardiopatici con recente infarto del miocardio acuto.

Scopo: valutare il rischio di insorgenza di aritmie maligne in pazienti a rischio.

Metodo: monitoraggio a domicilio dei pazienti durante attività fisica preimpostata (corsa, tapis roulant, cyclette) di vari parametri (pressione arteriosa, frequenza cardiaca, traccia elettrocardiografica).

DI COSA ABBIAMO BISOGNO

I nuovi sviluppi tecnologici sono rivolti verso strumenti di monitoraggio portatili sempre più semplici e “confortevoli” da poter essere utilizzati anche durante l’attività fisica. 

Quello di cui abbiamo bisogno è poter identificare gruppi di atleti sensibili alla prevenzione cardiovascolare e poter dotare loro di questi strumenti per il monitoraggio. 

Per quanto riguarda pazienti coronaropatici aderenti a un programma di follow up ambulatoriale è necessario poter fornire loro indicazioni su un adeguato allenamento personalizzato, fornire loro gli strumenti di monitoraggio e analizzare le informazioni ricevute mediante un sistema di telemedicina che permetta un rapido intervento in caso di identificazione di alterazioni dei parametri misurati.  

La collaborazione con gruppi sportivi ben strutturati è fondamentale per la riuscita del progetto dedicato agli sportivi.

Con la tua donazione, sostieni i nostri medici e i nostri ricercatori.

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Termini

Totale Donazione: €10